Casellario Politico Centrale

L’ISREC Lucca ha acquisito al suo archivio le carte  del Casellario Politico Centrale (CPC) relative a persone che sono nate o hanno operato nella provincia di Lucca.
Il CPC è lo strumento di controllo e schedatura dei “sovversivi” che, inaugurato nel 1894 nell’Italia liberale, venne ripreso dal fascismo e integrato con i suoi organi repressivi nell’ambito della sua legislazione eccezionale.
Le schede disponibili presso l’ISREC sono 1600 e sono consultabili a richiesta, esclusivamente in sede. Per una conoscenza delle schede presenti e per rendere più facile e produttiva la ricerca, mettiamo di seguito a disposizione un database che, oltre alle generalità e ai dati anagrafici dello schedato, ne riporta il colore politico, il mestiere esercitato, gli estremi cronologici della sua schedatura, le condanne riportate, la sua eventuale emigrazione, l’eventuale partecipazione alla Guerra di Spagna, riferimenti della sua rete parentale, altre osservazioni notevoli.
La funzione “CERCA” permette ricerche incrociate e la selezione di elenchi di schedati uniti da comuni caratteristiche.

La visualizzazione base è limitata a nome e cognome, luogo e data di nascita; cliccando sul segno + accanto al nome si evidenziano tutti i dati relativi ad ogni singolo schedato.

Oltre cento tra i “sovversivi” dello schedario sono poi stati selezionati per la pubblicazione di Antifascisti lucchesi nelle carte del Casellario Politico Centrale. Per un dizionario biografico della provincia di Lucca, a cura di Gianluca Fulvetti e Andrea Ventura, Maria Pacini Fazzi, Lucca 2018.


Questa sezione del sito web è stata resa possibile
grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.


This site is protected by wp-copyrightpro.com