Bruno Valori, eroico partigiano ucciso dai fascisti

Bruno Valori

Bruno Valori

Nato a Montelupo Fiorentino nel 1922, Bruno Valori abita con la famiglia a Castelnuovo di Garfagnana ed esercita la professione di geometra.
Antifascista, già dalle prime settimane successive all’armistizio entra in contatto con la Resistenza. Nel marzo 1944, trovato in possesso di una pistola, viene arrestato. Successivamente liberato, entra a far parte della formazione partigiana guidata da Giovanni Battista Bertagni. È un caposquadra coraggioso, che fa la spola tra Castelnuovo e la Croce di Stazzana, dove è la base del suo battaglione. Infatti, grazie a un lasciapassare rilasciatogli dai tedeschi, ha una certa libertà di movimento in paese e riesce a raccogliere diverse informazioni preziose.
La notte del 22 settembre 1944 partecipa all’azione per liberare Luigi Berni. L’intervento fallisce e il gruppetto è costretto a tornare indietro. A un posto di blocco tedescoviene arrestato e poi consegnato alla Brigata Nera. Viene portato al convento dei Cappuccini, dove è appena iniziata la rappresaglia per l’attentato della sera precedente.
Valori viene picchiato ripetutamente. In breve è chiaro che il giovane verrà ucciso. Scalzo, sanguinante e con il volto tumefatto per le percosse – tanto che un conoscente dichiarerà al processo di non averlo riconosciuto – gli viene imposto di scavare la fossa per i tre giovani (Cavallini, Lazzarini e Orazzini) uccisi durante la vendemmia. Mentre si appresta a farlo, viene ucciso con un colpo sulla nuca. Uno dei comandanti della Brigata Nera infierisce sul cadavere, salendo con un piede sul petto, sparando alcuni colpi (nonostante l’arma a un certo punto si inceppi) e invitando i militi presenti a fare altrettanto.


Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo interoEsporta come GeoJSON
Bruno Valori, eroico partigiano ucciso dai fascisti

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Bruno Valori, eroico partigiano ucciso dai fascisti 44.112526, 10.413840 Bruno Valori, eroico partigiano ucciso dai fascistiCatturato dai tedeschi e consegnato alla Brigata Nera, viene ucciso dopo poche ore con un colpo di pistola alla nuca(continua a leggere)