La nostra storia

L’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in provincia di Lucca è stato fondato nel 1977, ma la sua storia inizia molti anni prima. Nel 1963 si costituì a Lucca una Deputazione Provinciale dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, ospitata in una stanza adiacente lo Studio dell’avvocato Luigi Velani. Alla morte di questo, l’organizzazione confluì nella sede di Firenze e fu nominato come Delegato Provinciale Gabriele Rosi, al quale venne affidato nel 1976 il compito di dare vita ad un Comitato promotore per la costituzione nella provincia di Lucca di un Istituto Storico della Resistenza.

Il Comitato fu composto con i rappresentanti storici dei sei partiti che avevano dato vita al Comitato di Liberazione Nazionale provinciale. L’Amministrazione provinciale di Lucca ed il Comune di Lucca insediarono ufficialmente il Comitato e si giunse così, il 31 ottobre 1977, alla nascita dell’Istituto Storico provinciale Lucchese della Resistenza.

Le caratteristiche dell’Istituto Storico allora definite nello Statuto furono:

  • la composizione “politica” del Consiglio Direttivo, nel quale doveva essere rispettata la pariteticità di rappresentanza dei sei partiti del C.L.N. (ognuno presente con quattro consiglieri);
  • la presenza dell’Assemblea dei Soci (ordinari o sostenitori, ammessi col parere favorevole del Consiglio Direttivo), del Consiglio Direttivo, di un Presidente (eletto in seno al Consiglio Direttivo così come i due Vice – Presidenti), di un Direttore (socio nominato dal Consiglio Direttivo anche fuori dal proprio seno, che non doveva rivestire incarichi politici), di tre Revisori dei Conti eletti dall’Assemblea;
  • l’attività di studio istituzionalmente rivolta verso la conoscenza della vicenda resistenziale e del peiodo dal 1919 al 1945.

L’Istituto ebbe il riconoscimento da parte dell’Istituto toscano e il plauso di quello nazionale. Lo Statuto fu successivamente modificato più volte e lo stesso nome dell’Istituto fu cambiato in quello di Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Provincia di Lucca. Alcune caratteristiche cambiarono in modo più marcato: fu introdotta l’elezione dei membri del Consiglio Direttivo da parte dell’Assemblea dei Soci, le ricerche si proiettarono su tutto l’arco dell’età contemporanea ed in particolare sul Novecento.

Ѐ a questi precedenti storici che l’attuale Istituto storico esplicitamente intende per continuità ricollegarsi.

L’ultimo Statuto è stato approvato dall’Assemblea dei soci del 12 marzo 2016.

Attualmente, fanno parte del Consiglio Direttivo:

Silvia Quintilia ANGELINI
Nicola BARBATO
Feliciano BECHELLI
Mimma BONDIOLI
Stefano BUCCIARELLI (presidente)
Gianluca FULVETTI
Carlo GIUNTOLI (tesoriere)
Nicola LAZZARINI
Armando SESTANI (vicepresidente)
Andrea VENTURA (direttore)
Ad essi si aggiungono i componenti designati
Luciano LUCIANI (Associazioni partigiane)
Mario REGOLI (Provincia di Lucca)